“Nel 2010 riassumeremo i 24 cassaintegrati”, ma i pendolari non ci stanno

Durissima reazione dei pendolari alla cassaintegrazione di 24 dipendenti amministrativi di Framon e altri rami turistico-alberghieri del Gruppo Franza, nonostante le rassicuranti dichiarazioni dell’amministratore delegato Vincenzo Franza. “Ci sono carenze competitive che hanno smorzato gli stimoli verso la mobilità tra Sicilia e Calabria, ci sono tariffe eccessive, incontrollate, che inibiscono lo sviluppo” ha dichiarato infatti la Lega Autonomie Ce.stra.as-Dimensione Trasporti-Pendolari dello Stretto, seguita a ruota dal segretario della CISL Tonino Genovese, che indica la cassaintegrazione come un “segnale di crisi profonda”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*